il pittore degli alberi

 

  

 

ALBERTO COLAZILLI:  DISEGNATORE, PITTORE E  PAESAGGISTA.

 

"Ci sarebbe molto da dire sull'opera d'arte. La si potrebbe definire come la manifestazione di una visione nella mente, uno squarcio su altri mondi infiniti che noi percorriamo per un attimo e che poi dobbiamo ricreare. E' l'energia inarrestabile dell'Essere che annulla il tempo e lo spazio. E' sofferenza, solitudine, incomprensione, ossessione che si scontrano con gioia, euforia, vitalità, bellezza. L'opera d'arte è la summa di tutte le nostre emozioni, talmente potente da coinvolgere e "rapire" lo stesso "lettore dell'opera". E solo in pochi riescono a creare una vera opera d'arte." 

(Alberto Colazilli - 2016)

 

Alberto Colazilli nasce nel 1974 a Atri in Abruzzo. Sin da piccolo ha una spiccata propensione verso  il disegno a mano libera e  la pittura.  Dopo aver frequentato l’Istituto d’Arte di Penne, inizia un percorso di studi universitari tutto dedicato alla storia dell’arte e alla storia dei giardini che affianca subito alla sua attività di disegnatore e pittore e allo studio appassionato della botanica e dei grandi alberi.

Nelle sue opere Alberto Colazilli rappresenta alberi solitari, alberi su scogliere, paesaggi fantastici con notturni e tramonti, paesaggi archeologici con rovine di templi classici e antichi castelli diroccati immersi in giardini esotici e mediterranei. La natura è pittoresca, rappresentata minuziosamente con cromatismi surreali; è misteriosa, incantata e vuole coinvolgere l'osservatore. Il paesaggio è trasformato in un giardino dove scompaiono le città, le metropoli e le costruzioni in cemento dell'era contemporanea per ripopolarsi di essenze botaniche, vedute, scorci e orizzonti senza tempo...

Particolarmente raffinati sono i disegni in bianco e nero e i pastelli  che vengono eseguiti anche su cartoni colorati di grande o piccola dimensione.  Una tecnica originale  è quella che scaturisce nei quadri eseguiti a penna, dove le forme si muovono seguendo le emozioni e gli stati d’animo, ma al tempo stesso ricercando i particolari della natura, delle specie botaniche, degli alberi, con particolare attenzione a vedute prospettiche e scorci sul paesaggio.

Luoghi di ispirazione di Alberto Colazilli sono i grandi alberi, i giardini storici e i paesaggi, dove ama cimentarsi in attività fotografica o realizzazione di bozzetti, prendendo appunti, scrivendo sensazioni ed emozioni.  Il sogno dell’artista è quello di trasformare tutto il mondo in giardino; dalla tela e dal disegno  l’arte si spinge anche nella realtà e la mano dell’artista opera anche nei giardini che vengono progettati e realizzati seguendo i dettami e le creazioni eseguite sulla tela.

Nel 1998 Alberto Colazilli inizia il restauro di un giardino storico a Loreto Aprutino (PE) che ben presto diventa un suo luogo di ispirazione per quadri, vedute, disegni, bozzetti, poesie e scritti. E’ la creazione del parco botanico “Giardino dei Ligustri” che col tempo acquista vari riconoscimenti per la sua bellezza e originalità. Durante questa titanica opera, l’artista riesce a realizzare finalmente il suo sogno:  trasportare l’Arte nella realtà. La Natura stessa diventa ispiratrice e generatrice di Arte, con i suoi colorismi, le sue forme e gli scorci, che ricordano nell’insieme quello che viene rappresentato in molti quadri e disegni.  Nel parco si può rintracciare la forma per un grande albero oppure la veduta ideale per un paesaggio fantastico. Tutto il giardino è realizzato come se fosse un vero e proprio quadro che si anima e che coinvolge il visitatore, tra anfore, statue, pergolati, vedute pittoresche, fiori dai colori particolari, essenze rare, profumi. Ed è proprio in questo mondo particolarissimo che dal 2011, Alberto Colazilli, accanto alla produzione artistica e alle realizzazioni paesaggistiche in giardino, affianca anche la poesia, con interessanti scritti e versi dedicati alla “Ninfa del Giardino”. 

 

 

 

Dall'Arte Pittorica all'Arte del Giardino. Per riscoprire il rapporto tra Uomo e Creato

 

In un’epoca contemporanea dove si sta perdendo la visione della Bellezza e la magia di una sana contemplazione del Creato, diventa indispensabile ed inevitabile imbattersi in un’attenta e importante riflessione: fino a quando l’uomo potrà sopravvivere senza il respiro purissimo degli alberi e delle foreste e senza la spiritualità di un favoloso giardino? L’Arte, nella sua continua ricerca del divino, non fa altro che prendere ispirazione dalla Natura attraverso la contemplazione e la meditazione. L’Arte si manifesta con la sua opera di purificazione idealizzando la grandiosità delle meraviglie naturali e cambiandoci gli occhi in senso positivo. Scopo dell’Arte è proprio avere nuovi occhi per amare di più la Terra ed esaltare le positive energie dello spirito umano; e questa sublime conoscenza avviene lentamente e al tempo stesso poeticamente, si manifesta mentre si dipinge o si disegna un albero o un giardino. E quell’energia misteriosa che ne scaturisce ci consiglia con estrema dolcezza, sussurandoci nelle segrete stanze del nostro spirito, di imparare ad amare e rispettare le “Colonne del Cielo” che proteggono il mondo dai disastri.
La stessa “catarsi” avviene quando si contempla un meraviglioso giardino, dove la ricerca deliziosa del Bello ideale vuole spingerci a trasformare tutto il mondo in un giardino fiorito e lussureggiante, contro il degrado e contro la cementificazione selvaggia.
E’ in questa ottica filosofica che si inserisce il percorso artisitco-culturale di Alberto Colazilli, un intellettuale artista che non usa l’arte in senso personalistico e fine a se stesso, ma anzi la plasma e la trasforma in energia per dare vita, per rinvigorire lo “spazio vitale” e combattere il degrado psico-fisico. Egli è artista ma al tempo stesso naturalista, botanico, paesaggista, storico dell’arte e storico dei giardini. Attraverso l’energia dell’Arte, egli realizza quadri e disegni di giardini e paesaggi ideali dove ogni speculazione edilizia e ogni manufatto degradante sul territorio sparisce o viene inghiottito dalla lussureggiante vegetazione di ameni paesaggi fuori dal tempo, che nascono dalla fantasia ma che sono porte per un viaggio tra le meraviglie del mondo naturale, alla ricerca del mistero della bellezza perduta. In un secondo tempo questi paesaggi ideali vengono riproposti il più possibile nella realtà; la natura, il paesaggio, le vedute e i giardini diventano luoghi di ispirazione alla ricerca dello scorcio accattivante e raffinato tra gli alberi.

Arte pittorica e arte del giardino vanno di pari passo; il quadro diventa un giardino, lo stesso paesaggio disegnato o dipinto si trasforma in un grande giardino che nella realtà esce dal quadro e si trasforma in un’opera d’arte. Il messaggio profondo di tutta questa ricerca sta proprio nella educazione alla Bellezza e nella educazione ambientale: l’arte ha il potere di trasformare in meglio il mondo e di restaurare il paesaggio degradato.
L’opera maestra di Alberto Colazilli è il recupero ambientale di un meraviglioso giardino storico a Loreto Aprutino (PE), il “Giardino dei Ligustri”, ben presto battezzato anche “Giardino pittoresco” per la sua caratteristica di essere stato progettato come un immenso quadro animato. In questo tempio di grandi alberi, siepi, scorci, archi fioriti e fioriture di stagione esplode ai massimi livelli la poetica dell’Arte che crea Bellezza attraverso la Natura. Il Giardino è un quadro animato, summa di tutta quella ricerca artistica che si può vedere attraverso i quadri e i disegni. Il visitatore di questo giardino diventa magicamente protagonista di un quadro vivente che ha già preso forma nelle opere dipinte e che ora si manifesta nella realtà con lo stesso esotismo botanico e la voglia di stupire e far sognare.

L’opera di Alberto Colazilli, dunque, intende prima di tutto creare piacere psico-fisico e vuole educare in meglio  l’osservatore-visitatore e l’Arte pittorica non può essere scissa dall’Arte del Giardino. L’uomo è strappato dal degrado e quando, a contemplazione avvenuta, acquista nuova e positiva percezione con il Creato, proprio in quell’istante egli viene strappato all’oscurità, grazie al luminoso connubio tra Arte e Natura.  

L'Arte può salvare i grandi alberi e può ispirare la stessa creazione di giardini favolosi.

 

CURRICULUM ARTISTICO

 

2015 - Mostra collettiva in onore dei 90 anni del Maestro Pallozzi. - Aurum di Pescara.

2015 - Mostra collettiva Il Cantico delle Creature - Palazzo Farnese a Ortona.

2015 - Mostra collettiva Il Cantico delle Creature - Palazzo dell’Artigianato a Guardiagrele.

2015 - Mostra collettiva Il Cantico delle Creature - EnoMuseo di Tollo.

2015 - Mostra collettiva Il Cantico delle Creature - Pinacoteca di Assisi.

2015 - Mostra collettiva Arte nei Borghi - Fortezza Borbonica di Civitella del Tronto.

2015 - Mostra collettiva Arte nei Borghi - Auditorium San Nicola a Pescocostanzo.

2015 - Mostra collettiva Arte nei Borghi - Palazzo Ducale di Torrevecchia Teatina.

2015 - Mostra collettiva Arte nei Borghi - ex Manifattura Tabacchi a Città Sant'Angelo.

2015 - Mostra collettiva Arte nei Borghi - Galleria Serafini a Montesilvano.

2015 - Catalogo Lejo Art 2015 - Arte nei Borghi.

2015 - Mostra collettiva "Incontri d'Arte" - Palazzo Ducale di Torrevecchia Teatina.

2015 - Mostra collettiva "Premio internazionale Gabriele d'Annunzio" - Aurum di Pescara.

2015 - Mostra collettiva "Ut pictura poesis" - Palazzo Farnese di Ortona.

2015 - Mostra collettiva "Ut pictura poesis" - Palazzo Ducale di Torrevecchia Teatina.

2015 - Mostra collettiva "Tra Arte e Design" presso Galleria Serafini a Montesilvano.

2015 - Mostra "Alberto Colazilli e Stefano Giacintucci" nell'ambito del Mumart - Museo Michetti di Francavilla al Mare.

2015 - Mostra "Generazioni a confronto: Alberto Colazilli e Carmine Galiè" - Fortezza Borbonica di Civitella del Tronto. 

2016 - Mostra "Radici d'Identità. Tra Arte e Poesia alla Ricerca dei Paesaggi Culturali e degli Alberi monumentali" - Aurum di Pescara. 

2016 - Catalogo "I colori dell'anima". Simposio Internazionale di Arte Contemporanea. Roma - Urbino - Zurigo - Forte dei Marmi. 

 

Recensioni e apprezzamenti 

 

"L'artista Alberto Colazilli di Loreto Aprutino tende ad illustrare attraverso un suo manierismo di interpretazione reale-surreale vagando tra forme cromatiche di sua concezione e di non facile interpretazione. Associa gli eventi biologici ponendoli in un contesto di chiara derivazione surreale con un suo particolare manierismo. Vagamente tende ad un astratto individuale motivandolo nel suo pensiero cromatico, proiettandolo nella infinità del colore con garbato senso critico nella forma e nei contenuti, per cui il suo operato risulta grandemente apprezzabile"

PASQUALE SOLANO. Critico d'arte. 

Ortona 12/02/2015. Mostra Collettiva "Il Cantico delle Creature". 

 

"Alberto Colazilli è un intellettuale artista che plasma e trasforma l'arte in energia per dare vita, per rinvigorire lo "spazio vitale" e combattere il degrado psico-fisico. Egli è anche naturalista, botanico, paesaggista, storico dell'arte e storico dei giardino. Attraverso l'energia dell'arte, realizza quadri e disegni di giardini e paesaggi ideali dove ogni speculazione edilizia e ogni manufatto degradante sul territorio sparisce o viene inghiottito dalla lussureggiante vegetazione di ameni paesaggi fuori dal tempo, che nascono dalla fantasia ma che sono porte per un viaggio tra le meraviglie del mondo naturale, alla ricerca del mistero della bellezza perduta. In un secondo tempo questi paesaggi ideali vengono riproposti il più possibile nella realtà attraverso la realizzazione di giardini; la natura, il paesaggio, le vedute e i giardini diventano luoghi di ispirazione alla ricerca dello scorcio accattivante e raffinato tra gli alberi. Luoghi di ispirazione di Alberto Colazilli sono i grandi alberi, i giardini storici e i paesaggi, dove ama cimentarsi in attività fotografica o realizzazione di bozzetti, prendendo appunti, scrivendo sensazioni ed emozioni.
Il sogno dell'artista è quello di trasformare tutto il mondo in giardino, dalla tela e dal disegno l'arte si spinge anche nella realtà e la mano dell'artista opera anche nei giardini che vengono progettati e realizzati seguendo i dettami e le creazioni eseguite sulla tela. Arte pittorica e arte del giardino vanno di pari passo: il quadro diventa un giardino, lo stesso paesaggio disegnato o dipinto si trasforma in un grande giardino che nella realtà esce dal quadro e si trasforma in un'opera d'arte. Il messaggio profondo di tutta questa ricerca sta proprio nella educazione alla Bellezza e nella educazione ambientale: l'arte ha il potere di trasformare in meglio il mondo e di restaurare il paesaggio degradato."

MASSIMO PASQUALONE. Critico d'arte.

 

 

     

Sito ufficiale del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio ONLUS

 

 

 

Sito ufficiale del Giardino dei Ligustri - Giardino pittoresco a Loreto Aprutino (PE)

 

 




IL PITTORE DEGLI ALBERI E DEI GIARDINI

Alberto Colazilli Creazioni Artistiche 

Sede studio: Via Cappuccini n.45, 65014, Loreto Aprutino (PE), Abruzzo, ITALY

Copyright © 2015. All Rights Reserved. Designed by Alberto Colazilli Creazioni

Cell. 3291521643. E-mail: albertocolazillicreazioni@gmail.com